xxx








xxx

Un libro sulla ricchezza biologica delle Riserve naturali Foce Sele Tanagro e Monti Eremita Marzano

La presentazione a Salerno giovedì 14 settembre, alle 17

12 Settembre 2017

La lontra, il granchio di fiume, l’airone, la raganella, la trota, la libellula. Sono solo alcuni degli esemplari della fauna che abita le riserve naturali del comprensorio dei monti Eremita e Marzano, in provincia di Salerno, tra i fiumi Sele e onoanagro e il confine con la Basilicata. Aree protette per una superficie complessiva di 3.680 ettari, che costituisce un importante corridoio naturalistico fra i monti Picentini e l’appennino lucano.

    E nella Camera di Commercio di Salerno giovedì 14 settembre (alle 17) verrà presentato il libro "Paesaggi, ecosistemi, flora e fauna -  la ricchezza biologica delle Riserve naturali Foce Sele Tanagro e Monti Eremita Marzano" edito da Areablu.

    ll libro si compone delle immagini del fotografo Massimo Gugliucciello, che da tempo documenta l’habitat del Sele-Tanagro e di Roberto Alfonso Apicella, Manlio Marcelli, Romina Fusillo, Elio Esse e Francesco Pecoraro. I testi descrittivi delle specie animali, di grande rigore scientifico, sono dell’ecologa animale Romina Fusillo,  l’inquadramento cartografico degli architetti Ivonne De  Notaris e Mariarosaria Ianucci.

     Il volume si apre con la descrizione del territorio delle riserve naturali e dei suoi straordinari paesaggi. Maria Gabriella Alfano,Commissaria dell’Ente Riserve,ha promosso lo studio pubblicato nel libro: “Obiettivo principale di questa iniziativa - afferma - è accrescere la sensibilità del pubblico verso un territorio in cui la qualità dell’aria, dell’acqua e del suolo è ancora alta e garantisce la permanenza di questo ricchissimo habitat.  Oltre agli autori e all’editore interverranno il presidente di Federparchi Giampiero Sammuri, il presidente del WWF Oasi, Antonio Canu e quello di  Legambiente Campania Michele Buonomo.

IUCN
Versione ItalianaEnglish VersionDeutsche ÜbersetzungVersion française
La newsletter di Federparchi

© 1995/2017 - Federparchi - Via Nazionale 230 - 00184 Roma - p.iva 02623250400